Ciao, ti do il benvenuto in questa nuova circolare del blog di Efficacia Fiscale.

Questa settimana parleremo di un aspetto molto importante per te che vuoi fare soldi con la tua S.r.l..

Ti dico questo perché adesso ti mostrerò i principi cardine che devi seguire se vuoi avere una S.r.l. che genera soldi in modo solido e duraturo.

Sono principi che ho sviluppato nel corso della mia attività da commercialista a contatto con gli imprenditori, dagli studi che ho fatto dal 2017 nel mondo delle S.r.l. e approfondendo quello che altri esperti del settore potessero dire nell’ambito della contabilità o del fisco.

In passato ho sempre speso tanto soldi per la formazione, e continuerò a spenderli.

Formazione che non serve solo a migliorare le mie abilità nella leadership, nel parlare in pubblico, nel comunicare, nello scrivere  ecc, ma anche formazione in ambito tecnico, fiscale e contabile.

Sin da piccolo mi sono sempre accostato con mente aperta ad ogni nuovo argomento, mostrando interesse e cercando di approfondire per comprenderne gli aspetti più o meno utili.

Questo mi ha condotto ad ascoltare tanti pareri in ambito fiscale e contabile, sia da parte di altri commercialisti, che da parte di imprenditori che si affacciavano a tematiche fiscali e contabili.

Da tutti gli insegnamenti che ho ricevuto in questi ultimi anni, ho capito che ci sono dei punti in comune, che ci sono delle leggi “universali” che devi rispettare se vuoi fare soldi con la tua S.r.l. nella completa sicurezza di non perdere i guadagni per imprevisti o errori fiscali.

Senza poi considerare che, soprattutto in questi ultimi anni, sono nati tanti “pensieri fiscali”, che possono farti sviare da quello che è per te fondamentale sapere per gestire la tua azienda in modo sano.

Ciò che conta è sapere come generare utili in modo che tu possa dormire sonni tranquilli al riparo da possibili conseguenze negative da parte di terzi o da parte del fisco.

Ti dico questo perché  in Italia si pensa che il fisco sia troppo alto, cosa vera, ma anche che per fare soldi in Italia bisogna comportarsi in modo “illegale”, cosa che non è vera.

Infatti, nel 2019, farò uscire il mio libro che probabilmente intitolerò “Come fare soldi con la tua azienda senza fare il nero”, in cui dimostrerò che non è vero che l’unico modo per fare soldi sia quello di evadere le tasse.

Non pagare le tasse evitando di dichiarare i redditi è una scorciatoia che fa gola a tutti, ma le scorciatoie non ti fanno dormire sonni tranquilli, quindi che senso ha?

Nessuno ovviamente.

Anzi, le scorciatoie, possono diventare un enorme problema.

Soprattutto se vuoi costruire un futuro insieme alla persona che ami e proteggere i tuoi figli.

Grazie a questi principi, tu sai quali linee guida devi seguire per fare soldi con la tua S.r.l. (o la tua azienda), averli in modo duraturo, solido e avere un ottimo rapporto con il sistema fiscale.

Questo ti consente di vivere sereno perché hai il denaro che ti serve per dare un futuro a te, alla tua famiglia, alle persone a te care dormendo sereno lontano dai guai, perché non hai nulla da temere, senza rivendicazioni da parte del fisco.

Non puoi permetterti errori, soprattutto nella fase iniziale. Solo se oggi inizi a seguire questi principi, puoi trovarti al sicuro da subito. Non puoi pretendere di sgarrare un anno e pensare di essere pienamente libero e protetto.

Solo se fai le cose per bene dall’inizio, puoi fare soldi con la garanzia di essere protetto.

E non pensare di dover fare tutto questo solo per soldi. Se riuscirai ad avere una S.r.l. che ti genera più soldi di quelli che spendi in modo sano e regolare, ci saranno tanti altri vantaggi correlati, come ad esempio vivere alla luce del sole senza doverti nascondere, senza dover ricorrere all’avvocato o al commercialista per ogni singolo dubbio sul “mi beccano o meno”.

Per non parlare del fatto che avere una S.r.l. solida che ti procura soldi, ti rende indipendente dalle possibili contestazioni  di familiari, amici, parenti e di tutte le persone che non hanno creduto in te.

 

12 principi per creare soldi con propria S.r.l. nella totale sicurezza fiscale

1) avere utili prima di pensare al fisco, utilizza il conto economico preventivo per guidare la tua azienda.

Solo se hai utili devi pagare le tasse.

Se hai una perdita, NON devi pagare le tasse.

Un’azienda, prima di avere problemi “fiscali” deve avere un utile.

La prima cosa che devi verificare per avere un’azienda che ti genera soldi è quella di verificare di essere in utile. In forte utile.

Questo ti consiglio di verificarlo in 2 diversi modi:

– verificare alla fine dell’anno, ogni trimestre oppure ogni mese se la tua azienda ha generato un utile (se hai perdita, allora non pagherai imposte);

– ma soprattutto, devi guidare la tua azienda verso il raggiungimento di un certo livello di fatturato. Devi giocare in anticipo e sapere quali dati devi ottenere per arrivare al tuo risultato di utile. Cosa che puoi fare semplicemente compilato il tuo conto economico dell’anno futuro poco prima di iniziare il nuovo anno aziendale.

Compilando il conto economico preventivo ogni anno, saprai i dati di costo e ricavi che devi ottenere entro la fine dell’anno per generare un determinato utile.

 

2) incassare liquidità prima di pensare al fisco, utilizza il cash plan preventivo per guidare la tua azienda.

Generare utili non significa per forza che tu abbia liquidità nel conto corrente della tua azienda. Mi spiego meglio con un semplice e banale esempio.

Ipotizza di vendere un milione di euro di merce nel 2019, ma a condizione di incassare quei soldi dopo 2 anni.

Sicuramente la vendita è stata eccellente, gli utili sono stati fenomenali, peccato che in questi 2 anni dovrai pagare i fornitori, i dipendenti, le tasse e ovviamente tutte le spese. Fornitori e dipendenti che dovrai pagare nonostante tu riceva un milione di euro dopo 2 anni.

Se non hai disponibilità liquide, oppure non riesci a trovare una banca che ti finanzia, allora rischi di chiudere l’azienda. Quindi è una cosa importante che devi saper gestire.

Questo è un esempio estremizzato, ma ti fa capire come sia importante verificare non solo l’utile, ma anche i flussi di cassa. Puoi far fallire l’azienda anche se hai grossi utili per il semplice fatto che non hai liquidità sufficiente a pagare fornitori e dipendenti.

 

3) Puoi diminuire tutte le tasse che vuoi, ma lo puoi fare solo nel rispetto della legge. Puoi dormire sonni tranquilli solo se rispetti la legge. Se non rispetti la legge, anche pagando meno, non sarai mai tranquillo al 100%.

Strumenti per diminuire le tasse ci sono, ma devono essere utilizzati in modo sensato e nel totale rispetto della legge.

Questo perché se li utilizzi in modo illegale, poi hai il problema che non puoi dormire sonni tranquilli, perché sai che, in caso di controllo, potrebbero contestarti il tutto e crearti problemi.

Annullando, di fatto, il motivo per cui stai cercando di diminuire le tasse, ossia quello di avere più soldi.

Il risparmio fiscale è reale solo se sei certo che non avrai problemi con il fisco.

Altrimenti, in caso di accertamento, andresti a spendere comunque i soldi di quello che hai “risparmiato” con l’aggiunta di sanzioni e interessi.

 

4) Non è mortale pagare le tasse, significa che hai degli utili (lo so che la tassazione in Italia è alta, lo sanno tutti, ma non credere di pagare meno imposte con una ditta individuale o una società di persone).

Sicuramente le tasse in Italia sono alte, ti posso dare pienamente ragione.

Detto ciò, se fai una perdita è normale che non devi pagare le tasse.

Solo se fai utili devi pagare le tasse.

In qualsiasi stato tu sia, le tasse devono essere pagare per poter vivere in modo sicuro in quel specifico paese.

 

5) Utilizza il rimborso chilometrico e forfettario ove puoi.

Uno dei modi per risparmiare tasse è quello di utilizzare il rimborso chilometrico e quello forfettario.

Questi 2 strumenti sono ottimi perché ti consentono di ricevere un compenso esente tasse ed esente contributi.

Tutti e due si attivano quando c’è una trasferta da parte dell’amministratore o del dipendente fuori dal comune della sede della società.

Il rimborso chilometrico ti rimborsa in base ai chilometri che percorri con la tua auto.

Il rimborso forfettario ti rimborsa in modo fisso di euro 46,48 solo per il fatto di fare una trasferta.

Ricordati, ove possibile, di utilizzare questi due strumenti per ridurre il carico fiscale.

Questo in quanto sono strumenti facilmente applicabili nella tua S.r.l..

 

6) utilizza il know how nella maniera corretta.

Un altro strumento che puoi utilizzare è il know how, esempio il logo aziendale, un software, un infoprodotto, ossia tutto il “sapere” che tu crei come persona fisica.

L’unica cosa è che devi stare attento e farla nel modo migliore.

Il valore del know how deve essere vero, deve essere tale che gli altri siano veramente disposti ad acquistarlo.

Per poterti difendere da accuse da parte del fisco, potresti fartelo valutare da un perito, in modo che gli attribuisca un valore di mercato.

Il vantaggio del Know how risiede nel fatto che è esente Inps e che per ll 25% è esente irpef. Esenzione che sale al 40% se il proprietario ha meno di 35 anni.

 

7) puoi anche diminuire l’impatto dell’Inps, ma ricordati che almeno una persona deve lavorare nella tua azienda.

Puoi progettare quello che vuoi per eliminare l’Inps, ma c’è una regola che devi assolutamente rispettare.

All’interno di ciascuna società ci deve essere almeno una persona che lavora. Non puoi pensare di avviare una società senza nessuno che ci lavori.

Puoi anche forzare la mano ed avviare una società dichiarando nessun dipendente e nessun socio lavoratore.

Ma poi l’Inps iscriverebbe d’ufficio almeno un socio. Con seguente recupero dei mesi arretrati in cui non c’è nessun socio lavoratore.

Quindi sei avvisato, puoi ottimizzare il carico contributivo dell’Inps quanto ti pare, ma la cosa minima che devi fare è avere almeno un lavoratore all’interno dell’azienda (dipendente o socio lavoratore).

Fatto questo, gli amministratori devono essere veramente solo amministratori della società e non soci lavoratori.

 

8) evita il nero, toglie liquidità alla tua azienda.

E’ normale che se ometti di dichiarare un incasso (ossia fai un incasso in nero), non paghi le imposte e quindi “incassi di più”.

Ma c’è un problema importante.

Se fai del nero, poi togli risorse dalla tua società. Perché l’incasso non dichiarato lo spenderesti per spese personali. Mettere i soldi non dichiarati nella tua azienda non sarebbe una mossa saggia, in quanto poi dovrai dimostrare da dove li hai ottenuti.

Cosa che può creare problemi importanti.

Ti faccio un esempio,

Se tu ometti di dichiarare un reddito di euro 10.000, con una tassazione del 30%, puoi anche risparmiare euro 3.000, ma in questo modo sottrai euro 7.000 alla tua azienda.

Infatti i soldi in nero li puoi fare solo per acquisti personali e non puoi utilizzarli a fini utili per l’azienda, come ad esempio pagare fornitori, dipendenti, rate mutui ecc.

Fare del nero toglie liquidità alla tua azienda. Cosa che non ti permette di pagare regolarmente fornitori, dipendenti, acquistare i servizi, come ad esempio il marketing, che ti permette di acquisire nuovi clienti.

 

9) oggetto sociale ampio per la società, ove puoi.

Se utilizzi una S.r.l. semplificata  puoi utilizzare solo un oggetto sociale. Ma è vero che, ove è possibile, devi utilizzare un oggetto sociale ampio.

E non è per “scaricare più costi”. Ma perchè, se avessi un oggetto sociale ampio, poi non dovresti ritornare dal notaio per ampliare l’oggetto sociale.

Se hai un oggetto sociale ampio puoi esercitare la tua attività in più settori evitando di pagare il notaio ogniqualvolta fai una modifica.

 

10) dilazionare le rate fiscali responsabilmente.

Puoi posticipare il pagamento di tutte le imposte che vuoi, perché tanto il nostro sistema ti permette di regolarizzare la posizione debitoria pagando una sanzioni ridotta (tecnicamente chiamata “ravvedimento operoso”).

Puoi pagare a rate senza problemi, ma a patto che tu abbia un piano di rientro ben preciso.

Rateizzare le imposte non deve diventare un pretesto per non pagare mai le imposte.

Se hai un piano per investire la liquidità, per poi ottenere nuove entrate e pagare il carico fiscale arretrato, puoi tranquillamente rateizzare i debiti fiscali.

 

11) utilizza la contabilità per fare scelte strategiche sulla tua azienda e guidarla verso maggiori utili.

La contabilità non deve essere uno strumento da utilizzare solo per calcolare le tasse.

Ma deve essere utilizzato come strumento attivo per guidare la tua azienda.

Solo se utilizzi la contabilità per trarre informazioni a te utili, puoi fare scelte strategiche da applicare realmente nel concreto nella tua azienda per fare un passo in avanti verso la direzione che tu vuoi.

Solo se prendi decisioni strategiche sulla tua azienda, grazie alla contabilità, puoi migliorare l’utile, aumentare la liquidità e diminuire le tasse.

 

12) controlla il bilancio ogni mese.

Spesso mi chiedono: come posso migliorare la mia azienda?

Cosa devo fare per gestire al meglio la mia azienda?

Come posso fare per migliorare la liquidità?

Come posso fare per diminuire le tasse?

La soluzione migliore che puoi adottare è quella di controllare il bilancio ogni mese.

E’ controintuitivo, lo so, ma è l’unica vera soluzione.

Questo perché se controlli il bilancio ogni mese, poi puoi prendere una decisione strategica sull’aspetto economico per incrementare gli utili, una scelta strategica sull’aspetto finanziario, in modo da aumentare la liquidità e una scelta strategica sull’aspetto fiscale, per comprendere quale elemento puoi utilizzare per diminuire le tasse.

Se ti fermi ogni mese a controllare il bilancio per fare una scelta strategica sulla tua azienda, in almeno uno di questi punti, ti troverai alla fine dell’anno con una macchina che ti genera più soldi di quelli che spende.

Se prendi una volta al mese almeno una decisione strategica sulla tua azienda, tra l’aspetto economico, aspetto finanziario e aspetto fiscale, ti troverai alla fine dell’anno ad aver fatto, come minimo, 12 scelte strategiche sulla tua azienda (fino ad un massimo di 36 scelte).

Cosa che consentirà, di certo, a migliorare la tua azienda. E’ impossibile non migliorare l’azienda facendo 12 scelte strategiche all’anno.

 

Conclusioni

Grazie a queste informazioni, ora sai quali linee guida devi utilizzare nella tua S.r.l. per consentirle di fare soldi in modo solido e nella sicurezza di dormire sonni tranquilli.

Sappi che se tu volessi veramente dormire sonni tranquilli, proteggere il tuo patrimonio personale, tutelare la tua famiglia o il tuo futuro, la soluzione migliore risiede nel produrre utili in abbondanza, avere sempre la liquidità necessaria per far funzionare l’azienda, utilizzare i principi di Efficacia Fiscale per cercare di ridurre la tassazione e utilizzare una S.r.l. per limitare gli imprevisti.

Ma stai attento, perché con una S.r.l. (come anche con una ditta individuale), rischi di pagare più del 64% in tasse e contributi. Con la S.r.l., le tasse minime che puoi pagare sono del 28%.

Tra il 64% di tassazione e il 28%, ci sono vari strumenti di pianificazione fiscale che puoi utilizzare. Cosa che troverai scaricando il manuale che riceverai compilando il form qui in basso.

Se ti convenisse utilizzare una S.r.l. per la tua attività imprenditoriale, ricordati che potresti accedere al servizio della Contabilità Controllata.

Seguendo la procedura della Contabilità Controllata, puoi rendere la tua S.r.l. una macchina che ti genera costantemente più soldi di quelli che spendi.

Ogni 12 mesi avrai più utili rispetto a prima, più soldi in banca rispetto a prima e la possibilità di tagliare le tasse della S.r.l. dal 64% al 28%.

Tutto questo grazie all’applicazione dei principi di Efficacia Fiscale e al controllo mensile del bilancio della Contabilità Controllata della tua S.r.l..

In questo modo crei sempre più ricchezza e ottieni tutto il successo che ti meriti insieme alle persone a te care.

Se non puoi applicare la procedura della Contabilità Controllata con il tuo commercialista, non preoccuparti. In alternativa puoi inviare una email direttamente a me all’indirizzo info@efficaciafiscale, con oggetto “Contabilità Controllata” e richiedere maggiori informazioni.

Invece, per ottenere gratuitamente altri strumenti di Efficacia Fiscale per diminuire le tasse della tua S.r.l., è sufficiente che compili il form qui sotto, indicando la tua migliore email.

Riceverai un manuale che comprende una check list dettagliata di strumenti che puoi utilizzare con la tua S.r.l. per ridurre il carico fiscale dal 64% al 28%.

Vuoi aprire una S.r.l. e vuoi maggiori informazioni?

Lo staff di EfficaciaFiscale.com è a tua disposizione!

Scegli uno dei 3 canali disponibili:

1) inserire la tua migliore email qui sotto, dentro il form;

2) chiamarmi al numero verde 800 820 777, ti riponderà una mia segretaria che ti chiederà il tuo numero di cellulare e la tua email. In questo modo posso richiamarti personalmente;

3) iscrivendoti al gruppo chiuso di facebook Efficacia Fiscale ®.

Se non ti è chiaro qualcosa, ricorda che il team di Efficacia Fiscale è a tua disposizione!

Cosa aspetti a contattarci?

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *