Ciao, ti do il benvenuto in questo nuovo articolo del blog di Efficacia Fiscale per condividere con te la risposta ad una domanda posta da una cliente che sta per costituire la sua prima S.r.l.:

“Quali implicazioni comporta aprire una S.r.l. a fine anno anziché aspettare l’inizio del nuovo anno?”

Questa cliente (che opera nel settore immobiliare ed a cui ho fatto una consulenza a fine 2020) era, inizialmente, intenzionata a sviluppare il suo progetto imprenditoriale nel corso del 2021 per, poi, costituire la S.r.l. nel 2022.

Cos’è successo?

E’ successo che si è trovata (piacevolmente) a dover fronteggiare un’impennata del business in tempi più rapidi del previsto, con necessità di aprire la società entro novembre 2021.

Da qui il dubbio: l’apertura a fine anno che implicazioni comporta?

Ho, quindi, registrato un Podcast con le mie considerazioni che, ora, condivido con te in questo articolo (a proposito, se non ti sei ancora iscritto a www.efficaciafiscale.com corri a farlo ed avrai accesso ai contenuti che metto gratuitamente a disposizione dei lettori del sito 😊).

Sei pronto a scoprire vantaggi, svantaggi, implicazioni dell’aprire una S.r.l. a fine o inizio anno?

Bando alle ciance and let’s go…

 

Premessa

Caro imprenditore, ti do il benvenuto in questo nuovo podcast del blog di Efficacia Fiscale, il blog con le soluzioni fiscali specifiche per tutti gli imprenditori che hanno una S.r.l. o che ne vogliono aprire una nuova.

Oggi andrò a rispondere a una domanda di questo tipo: È meglio aprire una S.r.l. a dicembre oppure a gennaio?

Quali implicazioni ci possono essere se apro una S.r.l. a dicembre oppure a gennaio?

Ecco, in questo podcast voglio darti queste informazioni perché, in questo modo, tu sappia bene quali elementi per te sono importanti oppure no.

Prima di tutto ti dico com’è nata questa domanda.

È una domanda che mi ha fatto una mia cliente, in settimana.

La cliente, che ha acquistato una consulenza, lavora nel settore immobiliare.

La consulenza, se non erro, è stata fatta verso la fine dell’anno 2020.

Lei sta preparando varie operazioni che riguardano gli immobili, principalmente acquisto, ristrutturazione, vendita e, dunque, è certa di aprire una S.r.l., però è sicura di aprirla più avanti.

Infatti, nel suo piano strategico, c’era il fatto di aprirla nell’anno 2022.

Però, siccome sono nate nuove opportunità, in questa settimana mi ha chiesto se potesse essere utile aprire questa S.r.l. già a novembre dell’anno 2021, quindi 2 mesi prima rispetto alla chiusura dell’anno, perché c’era l’opportunità di avere degli immobili a prezzi interessanti.

Questo, riassumendo, è un po’ il tutto.

Pertanto, mi ha chiesto se, nel suo caso specifico, a mio parere, questa cosa potesse essere intelligente o, comunque, quali implicazioni ci potessero essere.

Direi che, prima di darti la soluzione, convenga partire con quello che io penso sia giusto e, soprattutto, ti dico come io mi comporto con i miei clienti quando faccio le consulenze nell’ambito delle S.r.l., perché io sono focalizzato, specializzato, su quello.

Appunto per questo ho scritto due libri su questa materia, sia in ambito fiscale che in ambito contabile, sempre sulle S.r.l. .

 

Prendi tutto il tempo che ti serve per capire se questo è il tuo momento giusto per aprire la S.r.l.

Quindi, ti dico che non tendo mai a forzare il cliente ad acquistare una S.r.l. o, comunque, più che acquistare a costituire una nuova S.r.l., se ancora non gli serve, se ancora in qualche modo il suo business è un po’ troppo giovane.

Questo perché io cerco di far aprire le S.r.l.  ai clienti, sia con me ma anche senza di me presso altri consulenti, solo nel momento in cui questi hanno veramente bisogno.

Ti dico questo perché ho anche un po’ per esperienza.

Se un commercialista sforza troppo il cliente ad aprire una S.r.l. perché incomincia a fatturare, perché può chiedere più soldi al cliente, anche in maniera giusta perché una S.r.l. è più impegnativa rispetto alle altre forme giuridiche, però, è anche vero che, passato questo periodo iniziale, se, nei mesi successivi, non c’è una necessità vera da parte del cliente, è anche vero che il cliente un po’ si innervosisca,  perché percepisce che non ha utilità e incomincia a chiedere, al commercialista, di pagare meno per le competenze della contabilità.

Si va, comunque, a rompere il rapporto o ledere un po’, perché anche il commercialista, è vero che se non ci sono operazioni non fa nulla, però ha uno studio con dipendenti e, aprire una S.r.l. ad un cliente, richiede, in ogni caso, del lavoro organizzativo e di gestione da fare.

Cosa che il commercialista paga con i propri collaboratori e cosa che, comunque, su cui si rivale emettendo le fatture per i lavori al cliente finale (che, in questo caso, è l’imprenditore).

E, se l’imprenditore non ha una utilità vera con la sua nuova S.r.l., in qualche modo pensa di pagare più soldi di quello che, effettivamente, crede sia il dovuto per le proprie necessità di quel momento.

Sicuramente per questo motivo sarebbe innervosito e questo stato d’animo porterebbe a logorare il rapporto o, in ogni caso, l’imprenditore e il commercialista NON sarebbero entrambi contenti di condividere una S.r.l. che, di fatto, non serva all’imprenditore.

Senza fartela lunga, io preferisco aspettare veramente il momento giusto per poter aprire la S.r.l. al mio cliente.

In generale ho fatto la stessa cosa anche con lei, con questa mia imprenditrice.

Le ho, semplicemente, consigliato, prima di tutto, di non avere fretta.

Se c’è un’opportunità veramente grossa la S.r.l. va bene anche aprirla prima, però, a mio parere, è sempre meglio aspettare qualche mese in più. Se non c’è qualche esigenza particolare io preferisco aspettare.

Questo è stato il mio consiglio nello specifico.

Le ho consigliato, comunque, di provare a fatturare l’eventuale lavoro preapertura S.r.l. come lavoro occasionale, sempre nell’ambito di un lavoro occasionale vero, ovviamente, e, solo dopo, valutare di aprire una S.r.l. .

 

Prima apri la S.r.l. e prima paghi, quindi aprila solo nel momento in cui sei sicuro di iniziare ad incassare i soldi, ma…

Le ho potuto schematizzare quattro principali casi in cui, per lei, poteva essere utile aprire una S.r.l. prima dell’inizio del nuovo anno.

Questo perché, è vero che io consiglio vivamente di aprire una S.r.l. solo quando si ha veramente bisogno.

Però, è anche vero che ci sono quattro principali motivi per cui può essere utile aprire un S.r.l. prima della fine anno, a novembre o a dicembre, e quindi, occorre tener conto di dover pagare un po’ di più i servizi contabili.

Apro una piccola parentesi, perché può esserci differenza tra aprire una S.r.l. a dicembre oppure a gennaio.

Noi, quando apriamo una S.r.l. a dicembre, poi, a giugno dell’anno dopo, in sede di dichiarazione dei redditi, dobbiamo predisporre, cioè fare e anche inviare telematicamente, la dichiarazione dei redditi della società, anche se in questo caso i valori sono tutti quanti zero, perché la società appena costituita magari non ha fatturato nulla e non ha ricevuto fatture.

Pertanto, con operazioni pari a zero, anche in questo caso bisogna compilare la dichiarazione dei redditi e, dunque, impegnarsi a fare il dichiarativo e questa cosa, in poche parole, diventa un costo maggiore per l’imprenditore e anche più lavoro per il commercialista.

Quindi, la grande differenza è questa: se tu apri a dicembre tu devi, comunque, sapere che potresti avere un costo del commercialista maggiore, in quanto l’anno dopo dovrai fare la dichiarazione dei redditi.

Invece, se apri la tua S.r.l. per gennaio, in un certo senso, dovresti pagare meno perché non hai i dichiarativi.

È anche vero, però, che se tu paghi il commercialista con un prezzo un fisso, paghi in un certo senso un canone mensile tecnicamente “tutto compreso”.

Detto questo, è vero che se tu apri la S.r.l. a dicembre senza motivo hai più costi, si tratta di qualche centinaio di euro, ed è per questo che io consiglio di aprirla a gennaio.

 

I 4 casi in cui è opportuno anticipare l’apertura della S.r.l. senza attendere il nuovo anno

Eventualmente, uno strappo alla regola può avvenire per questi quattro casi principali perché, se tu devi fatturare, hai bisogno di emettere una fattura, ad esempio, se devi proprio vendere un bene, un servizio.

In questo caso non è che puoi aspettare gennaio per emettere la fattura se hai urgenza di emetterla per vendere un bene oppure hai bisogno di concludere un contratto.

Magari prima “fatturi” con il lavoro occasionale oppure, se hai una Partita iva, puoi utilizzare il regime del forfettario. Tutti e due gli strumenti li puoi attivare velocemente.

Ma per la S.r.l. ci vuole più tempo.

Se proprio devi fatturare tramite la tua S.r.l., in quel caso tu sei obbligato ad aprirla prima, perché ci sono dei tempi tecnici da aspettare prima di essere sicuri di renderla funzionante e attiva. Cosa che puoi risolvere costituendo la S.r.l. verso novembre e dicembre se hai bisogno di iniziare ad emettere le fatture subito all’inizio del nuovo anno.

Caso 1: Se la mia cliente deve vendere una casa, comunque deve mettere una fattura e, quindi, deve avere una S.r.l. già aperta e attivata in precedenza rispetto al rogito o al compromesso di vendita.

Caso 2: Però, è anche vero che c’è un altro caso, il caso opposto, cioè che, se tu devi ricevere una fattura, oppure fare un rogito, in questo caso, siccome tu devi acquistare un bene o comunque devi rogitare una casa, tu hai bisogno di una S.r.l. .

Quindi, non è che puoi aspettare gennaio se hai bisogno di emettere la fattura oppure stipulare un contratto prima della fine dell’anno.

Se tu hai una opportunità grossa e la devi fare solo tramite la S.r.l. perché, comunque, è attività organizzata imprenditoriale eccedente i limiti del lavoro occasione, ecco che, in quel caso, tu sei obbligato a costituirla prima.

Perché, solo se la costituisci prima, questa S.r.l., poi, viene attivata in Camera di Commercio.

Quindi, puoi effettivamente fare tutte le operazioni immobiliari.

Pertanto, il secondo caso in cui sei obbligato ad aprire una S.r.l. prima a dicembre è nel caso in cui tu debba ricevere delle fatture di acquisto che, potenzialmente, sono importanti.

Caso 3: Oppure, come nel caso della mia cliente, se lei deve rogitare l’acquisto di una casa, che in quel momento per lei è una grossa opportunità, in questo caso, direi, che è importante, per lei, costituire prima la S.r.l. perché deve rogitare.

Ed ecco un altro caso, il quarto.

Caso 4: Siccome questa mia cliente lavora nel settore immobiliare e ha bisogno di ricevere finanziamenti, e qui sottolineo finanziamenti senza simulare un’attività bancaria ovviamente, ecco, in questo caso lei è meglio chi riceva questi soldi come S.r.l., non come privato.

Questo è, soprattutto, una paranoia mia. Però è un consiglio che darei a tutti gli imprenditori.

Chiunque lavora nel settore immobiliare, comunque, ha, o gli potrebbero capitare, persone che sono disposte a dare soldi in cambio di una quota di utili.

Ecco, questi soldi, dati come finanziamento di terzi, senza simulare l’attività bancaria, ovviamente è meglio che siano transitati o, in ogni caso, vengano dichiarati come finanziamento alla S.r.l., e non finanziamento tra persone fisiche.

Pertanto, siccome lei dovrebbe ricevere finanziamenti per fare un’operazione nell’ambito di un condominio, ecco, preferirei che lei aprisse prima la S.r.l. .

In questo caso sono veramente sicuro che lei ha bisogno di una S.r.l. .

Esclusi questi quattro casi, ossia 1) quando deve emettere una fattura prima, 2) quando un imprenditore deve ricevere una fattura, 3) quando deve ricevere un finanziamento oppure 4) deve fare un rogito, oppure, ancora nel caso in cui ci fosse un’attività commerciale e l’imprenditore avesse bisogno di stipulare un contratto di locazione, perché magari in questo caso può esserci un canone basso, conviene costituire la S.r.l. prima della fine dell’anno.

In questo caso tu hai bisogno della S.r.l. perché, comunque sia, devi stipulare il contratto con quella persona giuridica.

Poi, ovvio che, in alcuni casi, ci possa essere un precontratto.

Se ti trovi in uno di questi quattro casi, tu devi assolutamente aprire la S.r.l. prima, anche se, per te, alla fine risulta essere un po’ più costoso perché pagherai prima il tuo commercialista.

A mio parere, questi sono tutti i casi in cui c’è veramente bisogno di aprire una S.r.l. , anche se poi, ti ritrovi con una contabilità con poche operazioni, nonostante il pagamento pieno, fatto al tuo commercialista.

 

 

Non forzare l’apertura della S.r.l., se non sei certo

Tutte le cose che vanno fuori da questi esempi che ti ho appena elencato, a mio parere, sono un po’ forzature che può fare un consulente per farti aprire una S.r.l. in anticipo e, di conseguenza, chiederti più soldi di quelli che avresti potuto spendere o, comunque, che avresti potuto risparmiare perché ancora non avresti avuto bisogno della S.r.l. subito.

Questo è un piccolo consiglio che tu puoi mettere in pratica facilmente per valutare quando aprire una S.r.l a dicembre o quando aprire a gennaio e risparmiare soldi e tempo.

 

Consigli pratici per aprire a dicembre la S.r.l.

Ti ricordo che volendo c’è un altro aspetto.

Se tu devi, per forza, iniziare a lavorare subito a gennaio, ricordati che, a cavallo d’anno, ci sono le vacanze di Natale.

So che, magari a persone come me e te non interessano più di tanto le vacanze di Natale, però, peccato che molti studi notarili, anche commerciali, in genere siano chiusi nei giorni antecedenti il Natale e riaprano, forse, anche dopo l’Epifania (non è così per tutti, ma nella maggioranza è così).

Perciò, se tu devi, in ogni caso, emettere una fattura o fare un contratto con la nuova S.r.l. il 2 di gennaio, ecco, devi avere la società costituita prima.

Solo che, in molti casi, il notaio ti dà appuntamento prima di Natale, quindi, ricordati che, se proprio devi avere una S.r.l. attiva i primi giorni de gennaio, e soprattutto una S.r.l. con un conto corrente personale, in questo caso devi valutare la costituzione presso il notaio, anche già verso la fine di novembre.

Perché, poi, quando andrai dal notaio a costituirla, dovrai aspettare circa 5 giorni lavorativi, ossia una settimana, per avere la visura in Camera di Commercio, ossia fare in modo che la società appaia viva.

Poi, prima di aprire il conto corrente, le banche, negli ultimi anni, vogliono che la società sia anche attiva e, quindi, ci vorranno circa altri 5 giorni lavorativi per permettere al tuo commercialista di fare la pratica di inizio attività in Camera di Commercio e, di conseguenza, avere la visura con la società bella attiva.

Questo ti consentirà di andare in banca ed aprire il conto corrente, cosa che avrai ottenuto dopo qualche giorno.

In sostanza si deve avere il conto corrente e, per questo, si deve tener conto di una attesa di, almeno, 15 giorni complessivi a partire dalla costituzione della S.r.l. presso il notaio.

Cosa che, se tu hai urgenza di emettere una fattura, lavorare già subito a gennaio prima dell’Epifania, lo so che possa sembrare molto strano, ma ti consiglio vivamente di iniziare a costituire la tua S.r.l. già verso la fine di novembre.

In questo modo darai tempo sia alla Camera di Commercio, sia al notaio che al commercialista di farti tutte le pratiche in tempo utile, in modo da permetterti di avere la tua società, bella attiva, con cui poter aprire un conto corrente e, quindi, lavorare regolarmente già prima di Natale per poter lavorare subito dall’inizio dell’anno.

Questo, secondo me, è tutto quello che tu devi sapere per valutare al meglio se aprire una S.r.l. entro la fine dell’anno, esempio a novembre, o a dicembre, oppure se aprirla l’anno dopo sapendo che, se la apri l’anno dopo, molto probabilmente dovrai aspettare la fine delle festività natalizie perché, solo da quel momento in poi, molti notai avranno riaperto.

 

E’ più facile aprire una S.r.l. ordinaria rispetto ad una S.r.l. semplificata (perché non si paga il notaio con questa ultima)

Aggiungerei anche che, se apri una S.r.l. ordinaria, è più facile trovare un notaio disponibile per farti l’atto costitutivo.

Mentre, se fai una S.r.l. semplificata, aspettati molta più tranquillità nei tempi di apertura. Dunque, sicuramente, dovrai aspettare molto probabilmente dopo l’Epifania.

Detto questo, tutto quello che hai scoperto in questo podcast ti servirà non tanto per tagliare le imposte quanto per gestire al meglio la tua S.r.l., riducendo, comunque, al minimo i costi che puoi, appunto, risparmiare con un po’ di accortezza.

Ma, se vuoi conoscere oltre 94 strumenti di risparmio fiscale che ti consentono di tagliare le imposte e contributi utilizzando la tua S.r.l., ti ricordo che puoi andare sul mio blog ww.efficaciafiscale.com e scaricare gratuitamente un manuale, che ho preparato io, con almeno 94 strumenti di efficacia fiscale.

Ho detto “almeno 94” perché ogni mese, ogni tanto, lo aggiorno e, siccome io scrivo articoli fiscali ogni settimana, ogni tanto mi viene in mente un modo, uno strumento in più che potrei mettere in questa check list che, ovviamente, viene giornata.

Quindi, quando tu scaricherai questo manuale, sicuramente troverai più di 94, però tutto era partito con 94 strumenti.

Qui troverai una serie di spunti messi in ordine in una check list che potrai leggere e che ti permetterà di comprendere quali di questi possano meglio adattarsi al tuo caso specifico e come farli applicare al tuo consulente in modo da tagliare il maggior numero di imposte e contributi.

Detto questo ti ringrazio dell’attenzione, ti auguro buon lavoro e a presto. 

                     

Conclusioni

Grazie alle informazioni contenute in questa circolare potrai decidere in autonomia se è il caso di aprire a fine anno oppure se è il caso di aspettare il nuovo anno.

In tutti i casi in cui hai un’azienda sappi che, se tu vuoi veramente dormire sonni tranquilli, proteggere il tuo patrimonio personale, proteggere il tuo investimento imprenditoriale, tagliare le imposte ed i contributi, tutelare la tua famiglia e il tuo futuro, la soluzione migliore risiede nell’utilizzare una S.r.l. .

Ma non basta.

Devi infatti anche verificare di:

  1. produrre utili in abbondanza nella S.r.l.
  2. avere sempre la liquidità necessaria per far funzionare la S.r.l. regolarmente
  3. utilizzare il più possibile strumenti di risparmio fiscale, riservati per legge alla S.r.l., nella tua società per ridurre le imposte e contributi dell’imprenditore.

Stai però attento, perché gestendo in modo inappropriato una S.r.l., rischi di pagare più del 70,72% di imposte e contributi (tanto quanto una ditta individuale).

Mentre, dal lato opposto, con una gestione fiscale efficace della S.r.l., le imposte possono essere ridotte fino al 28%.

Tra il 70,72% di carico tributario ed il 28%, ci sono vari strumenti di pianificazione fiscale che puoi utilizzare grazie alla tua S.r.l. per tagliare il più possibile le imposte ed i contributi Inps.

Più strumenti di risparmio fiscale specifici per la S.r.l. applichi e più riuscirai a ridurre le imposte ed i contributi avvicinandoti al 28%.

Strumenti di risparmio fiscale specifici per la S.r.l. che troverai scaricando il manuale che riceverai compilando il form qui in basso.

Tutte le volte che decidi di utilizzare una S.r.l. per la tua attività imprenditoriale, ricordati che puoi accedere al servizio della Contabilità Controllata.

Seguendo la procedura della Contabilità Controllata, puoi rendere la tua S.r.l. una macchina che ti genera costantemente, ogni anno, più soldi di quelli che spendi.

Ogni 12 mesi avrai una S.r.l. con più utili rispetto a prima, con più soldi in banca rispetto a prima e la possibilità di tagliare il carico fiscale della società dal 70,72% al 28%.

Tutto questo grazie all’applicazione dei principi di Efficacia Fiscale e al controllo mensile dei numeri del bilancio della S.r.l. utilizzando la procedura della Contabilità Controllata.

In questo modo crei sempre più ricchezza per te e ottieni tutto il successo che ti meriti insieme alle persone a te care.

Se non puoi applicare la procedura della Contabilità Controllata sulla tua S.r.l. con il tuo commercialista, non preoccuparti.

In alternativa puoi inviare una e-mail direttamente a me all’indirizzo info@efficaciafiscale.com, con oggetto “Contabilità Controllata” e richiedere maggiori informazioni, specificando nella e-mail di quali informazioni hai bisogno, ma sapendo che non ti faremo mai dei “preventivi per la tenuta della contabilità”.

Perché se vuoi collaborare con me (portando la contabilità della tua S.r.l. da me o per aprire una nuova S.r.l.) dovrai prima acquistare la consulenza di Efficacia Fiscale – http://bit.ly/2NceH5z -.

Solo dopo aver fatto la consulenza con me riceverai il prezzo per il servizio della Contabilità Controllata se reputiamo – io e te – che collaborare insieme sia utile per entrambi.

Invece, per ottenere gratuitamente altri strumenti di Efficacia Fiscale che ti consentono di diminuire le imposte della tua S.r.l., è sufficiente che compili il form qui sotto, inserendo la tua migliore e-mail.

Riceverai gratuitamente un manuale che comprende una check list dettagliata dei principali strumenti per ridurre il carico fiscale dal 70,72% al 28% utilizzando la tua S.r.l. (sono più di 94 gli strumenti di Efficacia Fiscale indicati nella check list fiscale).

Vuoi aprire una S.r.l. e vuoi maggiori informazioni?

Se vuoi informazioni fiscali gratuite ma “lente” puoi mettere un commendo in fondo a questo articolo (rispondo a tutti i commenti del blog una volta ogni uno/due settimane).

Se, invece, hai fretta di ottenere migliori informazioni fiscali per la S.r.l. in minor tempo (risparmiando tempo e quindi denaro), allora segui in successione questi due passaggi che ti consentono di interagire ad un livello più alto con me:

1) prima di tutto inserisci la tua migliore e-mail nel form qui sotto. Ciò ti permetterà di ricevere una e-mail con un link che ti consentirà di scaricare gratuitamente il manuale con oltre 94 strumenti di risparmio fiscale che puoi utilizzare con la tua S.r.l. .

Al termine della lettura del manuale che scaricherai, potrai richiedere una consulenza gratuita per comprendere se puoi accedere ad un mese di Contabilità Controllata in omaggio per la tua S.r.l. (o la futura S.r.l.).

2) per secondo acquista il libro “Come ridurre le imposte della S.r.l.” che trovi cliccando su questo link http://bit.ly/2mpvMva.

Prendere il libro da questo link ti permetterà di acquistare una consulenza con me ad un prezzo bonus (invece che euro 497 + Iva, pagherai euro 197 + Iva. Che corrisponde ad un risparmio del 60,36%).

Se non ti è chiaro qualcosa, ricorda che il team di Efficacia Fiscale è a tua disposizione!

Che cosa aspetti a contattarci?

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *