Ciao, ti do il benvenuto in questo nuovo articolo del blog di Efficacia Fiscale per affrontare insieme a te un argomento che, di recente, ho trattato in un Podcast: è meglio aprire una nuova S.r.l. oppure utilizzare quella esistente?

Come sai se già sei un assiduo lettore del mio blog www.efficaciafiscale.com, guardi i miei video sul canale YouTube Commercialista Calisti e ascolti i miei Podcast, sono un commercialista che ama lavorare, fianco a fianco, con gli imprenditori che hanno o vogliono costituire una S.r.l. .

Ti dico questo perchè il mio Studio online, si occupa esclusivamente di fiscalità e contabilità delle S.r.l. .

Ho fatto questa scelta per focalizzare i miei studi, le mie ricerche, i miei collaboratori e tutta la mia azienda su questa forma giuridica che reputo la migliore per gli imprenditori che vogliono tagliare il carico tributario e proteggere il proprio patrimonio personale dagli imprevisti aziendali.

Lavorare fianco a fianco con gli imprenditori significa rispondere in modo pratico ai tanti quesiti e ai tanti dubbi pratici che sorgono quando si gestisce una S.r.l. o si ha intenzione di crearne una.

Come nel caso del cliente dalla cui domanda è nato il Podcast prima, e questo articolo poi.

Sei pronto a scoprire quali elementi devi considerare per comprendere se, per avviare un nuovo business, è meglio usare la tua S.r.l. già esistente oppure crearne una ad hoc?

Bando alle ciance and let’s go…

 

Podcast di Efficacia Fiscale n. 26

Caro imprenditore, ti do il benvenuto in questo nuovo podcast del blog di Efficacia Fiscale, il blog con le soluzioni fiscali specifiche per tutti gli imprenditori che hanno una S.r.l. o che ne vogliono aprire una nuova.

Oggi insieme affrontiamo le soluzioni a questa domanda: è meglio aprire una nuova S.r.l. oppure utilizzare la società che hai attualmente?

Per comprendere tale domanda ovviamente bisogna capire il contesto.

Questa domanda deriva da un’informazione che mi è stata chiesta da un mio cliente dopo aver acquistato una consulenza.

 

Qual è la domanda che mi ha fatto l’imprenditore?

Avendo già una S.r.l. semplificata aperta, e pensando di intraprendere un nuovo business con un socio, la sua domanda è stata se iniziare questa nuova attività con la sua attuale S.r.l semplificata oppure in una nuova società in maniera da svolgere autonomamente la nuova attività separandola da quella precedente.

Ovviamente la scelta dipende da tanti fattori, ma principalmente quello che gli ho fatto notare è che bisogna considerare soprattutto le problematiche che si hanno all’interno della S.r.l. già esistente.

Possono capitare delle situazioni in cui la S.r.l. già esistente è “danneggiata” da comportamenti anti-imprenditoriali.

Quindi, pensando di intraprendere un nuovo business, verrà presa in considerazione anche la chiusura della vecchia S.r.l., anche se questo comporterà maggiori costi del commercialista perché deve fare ulteriori adempimenti fiscali.

Di controparte, se la vecchia società viene chiusa, sai che tutti i rapporti giuridici esistenti, oppure i vecchi imprevisti restano “esiliati” nella vecchia S.r.l., garantendo un inizio “pulito” al nuovo business.

In sostanza per capire ciò è bene considerare le problematiche che si hanno nella vecchia S.r.l. .

Problematiche che possono essere considerate in 2 macrosettori: normali o illegali.

Quelle normali sono i debiti verso fornitori arretrati in un’ottica d’esercizio normale dell’attività imprenditoriale.

Mentre le problematiche illegali, che ovviamente non vanno fatte e non hanno nulla a che fare con l’efficacia fiscale, sono fatture false per operazioni inesistenti, oppure è intesa come la volontà cattiva di avere debiti fiscali verso i fornitori e non volerli pagare.

Utilizzando di fatto la S.r.l. per fare dei buchi in giro, sia ai fornitori, sia al Fisco, in modo ingiustificato.

Quest’ultima ipotesi non rientra necessariamente in un reato penale, ma non viene considerata come una sana gestione aziendale, in quanto si tratta di un accumulo di debiti fiscali perpetuati verso fornitori con l’intento di non volerli pagare.

 

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di aprire una nuova S.r.l. abbandonando quella vecchia?

Affrontiamo quali sono i vantaggi e svantaggi nell’aprire una nuova S.r.l. o se effettuare una nuova attività attraverso la vecchia società.

Prima di proseguire devo segnalarti che i reati penali rimangono, comunque, in capo all’amministratore della S.r.l. .

Dunque, anche aprendo una nuova S.r.l., se in quella vecchia sono stati commessi reati penali, se si sono svolte delle attività illecite, rimangono in capo all’amministratore di quella società.

Creare una nuova S.r.l. ovviamente ha il forte vantaggio di tenere vincolati i debiti già esistenti nella vecchia società.

Infatti, la nuova S.r.l. partirà senza il peso dei debiti passati ma, di contro, si ha lo svantaggio di dover spendere tempo e denaro per tutte le dovute operazioni come ad esempio:

– fare il passaggio dalla vecchia S.r.l. alla nuova S.r.l.,

– coordinare il tutto perdendo il tempo,

– chiudere la vecchia S.r.l.,

– aprire una nuova S.r.l.,

– fare il passaggio dei contratti dei clienti dalla vecchia alla nuova S.r.l.,

– fare lo stesso passaggio dei contratti dei fornitori,

– fare il passaggio dei dipendenti,

– aprire un nuovo conto corrente.

Tutto questo cercando di non simulare una cessione d’azienda in quanto non vi deve essere continuità aziendale, altrimenti il Fisco potrebbe insinuare che avresti dovuto pagare delle imposte di registro per il passaggio dei beni aziendali.

Quindi, bisogna bilanciare tale svantaggio con il vantaggio di non avere più debiti della vecchia società.

 

La soluzione dipende dai tuoi obiettivi e da quanto la tua vecchia S.r.l. è “sana”

La scelta da fare dipende da te imprenditore ed è diversa da caso a caso.

Sappi che più la tua S.r.l. vecchia è sana e meno hai problemi ad aprirne una nuova.

Pertanto, è consigliabile sempre  svolgere qualsiasi attività nella vecchia S.r.l. nel miglior modo possibile cercando di accumulare utili per, poi, aprire la nuova attività imprenditoriale nella medesima S.r.l. evitando costi inutili della burocrazia nell’aprire una nuova società.

Per proseguire il nostro discorso reputo importante sottolinearti questa piccola deroga ai debiti della S.r.l. perché, è vero che una S.r.l. nuova ti protegge da tutti i debiti della vecchia società, in quanto rimangono solo in capo ad essa, però, ci sono dei piccoli punti da prendere in considerazione.

 

A cosa devi stare attento quando chiudi una S.r.l. con dei debiti verso i fornitori ancora da pagare?

Avendo debiti verso fornitori, al momento della chiusura della S.r.l., ne risponderai in base agli utili finali distribuiti ai soci in fase di liquidazione, cioè nel momento in cui vengono venduti i beni restanti (anche se, di fatto, chi cancella una S.r.l. è perché ha accumulato perdite e non ha più soldi nel conto corrente aziendale).

Prima di richiedere la cancellazione della S.r.l. devi cercare di sanare più debiti possibili perché, avendo tenuto in maniera corretta la contabilità e non avendo inserito delle fatture false o distribuito soldi ai soci, la S.r.l. viene dichiarata cancellata con debiti ed i fornitori non possono rivalersi sul patrimonio del socio.

Questo in quanto i soci della S.r.l. hanno correttamente liquidato tutti i beni della società ed hanno pagato il maggior numero di debiti residui con i soldi disponibili.

I fornitori possono chiedere il risarcimento del debito residuo ai soci della S.r.l. solo se dimostrano che nella società sono stati sottratti beni aziendali, sottratto denaro per altre attività non inerenti a ciò che si svolgeva oppure se si sono distribuiti degli utili in fase di liquidazione senza prima aver ripagato i debiti.

Detto in sintesi, se ti comporti bene, se fai di tutto per vendere i beni della S.r.l. per ripagare il maggior numero di debiti residui, allora la S.r.l. vecchia ti protegge da qualsiasi debito verso i fornitori che restano impagati nel momento in cui cancelli la società.

 

Cose a cui stare attenti quando chiudi una S.r.l. con dei debiti fiscali residui

Tale situazione viene diversamente considerata dal Fisco, in quanto si hanno due clausole che consentono di “trasportare” il debito fiscale della S.r.l. direttamente in capo ai soci.

Esse riguardano situazioni in cui si fanno utili extra-contabili, ossia del “nero”.

Per debiti fiscali, nel momento in cui si chiude la società, lo Stato ha cinque anni di tempo per accertarti gli utili extra-contabili, nero e costi indeducibili (in base ad una cassazione degli ultimi anni).

Nel caso di accertamento di utili extra-contabili da parte dell’Agenzia delle Entrate, lo Stato stabilisce che gli utili in più accertati vanno a considerarsi come garanzia per i debiti fiscali, in quanto sono utili che avresti conseguito per lo meno nella fase di liquidazione della S.r.l. e che avresti dovuto utilizzare per ripagare i debiti arretrati.

In questo caso l’amministratore, il socio e il liquidatore rispondono personalmente per tali debiti fiscali accertati entro il limite degli utili extra-contabili accertati.

Ovviamente non si fa riferimento a tutti i debiti, ma solo a quelli fiscali e nel limite dei maggiori utili accertati da un atto di evasione fiscale oppure per costi indeducibili.

Inoltre, vi è un’altra norma, non sempre applicabile al nostro caso, ma potenzialmente collegata.

Parliamo della S.r.l. a ristretta base societaria, formata cioè da pochi soci, spesso appartenenti alla stessa famiglia.

In questo caso, nel momento in cui il Fisco contesta degli utili extra-contabili alla S.r.l., si prevede la tassazione di questi maggiori utili sia in capo alla società sia in capo ai singoli soci, in quanto vengono considerati utili distribuiti ad essi.

Tecnicamente l’Agenzia delle Entrate ha ragione, se un imprenditore fa del nero non è che lo lascia nel conto corrente aziendale e, poi, se lo distribuisce pagandoci sopra le imposte sulla distribuzione degli utili.

Se un imprenditore fa del nero, i soldi li mette in tasca e li spende, quindi, è come se fossero utili già distribuiti, ed è normale pagarci sopra le imposte sia della S.r.l. sia in capo ai soci della società.

Anche in questo caso i soci dovranno pagare nel limite degli utili extracontabili accertati.

Cosa che, in caso di cancellazione, può avvenire al massimo entro i 5 anni dalla cancellazione della S.r.l. .

In sintesi, se eviti di fare del nero (ed eviti di mettere costi indeducibili in contabilità), puoi dormire sonni tranquilli perché sei certo che l’Agenzia delle Entrate non può imputare dei debiti fiscali ai soci/amministratori, in quanto non ci sono utili illeciti distribuiti agli stessi.

 

 

Se ti comporti bene, puoi chiudere una vecchia S.r.l. anche con i debiti

In generale se non sei un truffatore seriale nei confronti del Fisco, o dei fornitori, è ovvio che non attiri le attenzioni e le cattiverie degli altri operatori economici.

Nell’ambito di una gestione aziendale corretta, ossia senza fare fatture false, senza distrarre dei beni dalla società e solo con debiti ordinari che, magari, derivano da imprevisti veri aziendali, ecco che la tua S.r.l. ti protegge.

Ma, nel momento in cui fai attività penali illecite, oppure fai del nero e viene scoperto entro i cinque anni, ecco che qualche debito potenzialmente potrebbe ricadere anche su di te con delle ripercussioni personali.

Non è una cosa automatica, ma potrebbe capitare.

Di sicuro, più non paghi chi di dovere utilizzando una S.r.l. come truffatore e più guai potrai avere.

Quindi, se ti comporti bene e utilizzi una S.r.l. in maniera sana anche se chiusa con i debiti, puoi costituirne una nuova per svolgere la nuova attività economica.

Adesso, in breve, sintetizziamo il tutto così da avere le idee chiare e capire quando ti conviene utilizzare la vecchia S.r.l. per svolgere la nuova attività economica, oppure quando ti conviene aprire quella nuova per svolgere il nuovo business.

 

In questo caso è meglio aprire una nuova S.r.l. cancellando quella vecchia

In generale potrebbe essere, comunque, un bene cancellare la vecchia S.r.l. e ripartire con il nuovo business in una nuova S.r.l., in quanto i vecchi debiti aziendali, i vecchi imprevisti, rimangono confinati nella vecchia società.

Ma è bene sapere che i costi amministrativi aumentano e dovrai investire maggiormente il tuo tempo per fare tutte le operazioni dovute.

Ovviamente per cancellare la vecchia S.r.l. senza avere conseguenze negative non devi aver effettuato reati penali (i quali ricadono sull’amministratore) e non devi aver fatto del nero (se l’Agenzia delle Entrate, entro cinque anni, contesta tale situazione può chiedere il versamento delle imposte ed ulteriori soldi ai soci, in quanto si presume che questi soldi extra-contabili siano stati distribuiti di fatto ai soci della S.r.l.).

 

Ma stai attento anche alla norma sul fallimento

Specifico che, nell’ambito della chiusura della S.r.l., è bene fare attenzione alle conseguenze del fallimento, inteso non come liquidazione volontaria ma situazione di accumulo di debito eccessivo, dove vi è il rischio di essere portati in tribunale da parte di un fornitore per far fallire la società.

Per evitare ciò è bene trovare un compromesso con tutti i fornitori per la chiusura dei rapporti instaurati oppure, nel caso in cui la tua società fallisce, nessun problema, l’importante è aver effettuato una contabilità sana e aver preso scelte giuste senza aver danneggiato la S.r.l., così da essere tranquillo anche in caso di fallimento.

Dunque, questi sono i motivi per creare una nuova S.r.l. senza che le conseguenze della vecchia società possano interferire.

In generale ricordati sempre che, in caso di debiti normali residui nella vecchia S.r.l., come imprevisti veri aziendali che possono derivare, ad esempio, da un terremoto, questi rimangono in capo alla vecchia società, mentre tutto quello che è considerato illegale potrebbe ricadere su di te.

Nel caso di liquidazione della S.r.l. corretta, dove hai cercato di saldare più debiti possibili, i fornitori non hanno quasi alcun potere per effettuare azioni negative su di te.

Ma per far sì che il nuovo business non venga intaccato da debiti pregressi è bene aprire una nuova  S.r.l. .

 

Quando va bene utilizzare la vecchia S.r.l. per la nuova attività economica?

Situazione ben diversa si verifica nel momento in cui la S.r.l. già esistente non ha debiti arretrati o, ancora meglio, ha accumulato utili, è bene iniziare la nuova attività imprenditoriale in questa società, così da poter utilizzare gli utili generati.

Così facendo si evita dispendio di tempo e costi in quanto il commercialista continua la sua gestione sulla stessa S.r.l. .

Questi sono i parametri per capire quando devi utilizzare la vecchia S.r.l. oppure costituirne una nuova.

Avendo una S.r.l. “sana”, con accumulo di utili, è bene svilupparla ulteriormente e svolgere, attraverso essa, la nuova attività economica, se invece si hanno debiti conviene costituirne una nuova.

Ricordo che per attività illecite o di evasione, le conseguenze possono arrivare a te socio o amministratore. Sarai, dunque, sicuramente soggetto a conseguenze penali e debiti a livello personale.

Caso che, sicuramente, non ha nulla a che fare con l’efficienza fiscale.

C’è anche da dire che, è vero che dobbiamo utilizzare una S.r.l. sana, è vero che la S.r.l. ci protegge da imprevisti aziendali, ma è anche vero che, la legge riserva a tale società un maggior numero di strumenti di efficacia fiscale, in maniera da tagliare le imposte e contributi, molti di più rispetto alle altre forme giuridiche, esempio, ditta individuale o società di persone.

Ma per poterlo fare devi conoscere bene tali strumenti.

Per aiutarti ti metto a disposizione un manuale gratuito con oltre 94 strumenti di efficacia fiscale che puoi utilizzare insieme al tuo commercialista per comprendere, nella tua posizione, quanti di questi strumenti puoi utilizzare così da ridurre il maggior numero di imposte e contributi.

Prima di concludere ricordati che se hai avuto piacere di ascoltare questo podcast e hai ricevuto almeno una piccola informazione utile ti chiedo gentilmente di poter sostenere questo podcast, semplicemente mettendo un like, diventando un follower o lasciando un commento.

Perché, per te è un piccolo gesto, ma in questo modo mi metterai in condizioni di produrre ulteriore materiale gratuito per tutti gli imprenditori che hanno una S.r.l. o che ne vogliono aprire una nuova.

Grazie per l’attenzione.

A presto.

 

Conclusioni

Grazie alle informazioni contenute in questa circolare ora sai in quali casi ti conviene avviare una nuova attività economica utilizzando la precedente S.r.l., oppure quando ti conviene aprire una nuova S.r.l. per evitare che i debiti ed i guai precedenti possano rovinare il nuovo business.

In tutti i casi in cui hai un’azienda sappi che, se tu vuoi veramente dormire sonni tranquilli, proteggere il tuo patrimonio personale, proteggere il tuo investimento imprenditoriale, tagliare le imposte ed i contributi, tutelare la tua famiglia e il tuo futuro, la soluzione migliore risiede nell’utilizzare una S.r.l. .

Ma non basta.

Devi infatti anche verificare di:

a) produrre utili in abbondanza nella S.r.l.,

b) avere sempre la liquidità necessaria per far funzionare la S.r.l. regolarmente e…

c) utilizzare il più possibile strumenti di risparmio fiscale, riservati per legge alla S.r.l., nella tua società per ridurre le imposte e contributi dell’imprenditore.

Stai però attento, perché gestendo in modo inappropriato una S.r.l., rischi di pagare più del 70,72% di imposte e contributi (tanto quanto una ditta individuale).

Mentre, dal lato opposto, con una gestione fiscale efficace della S.r.l., le imposte possono essere ridotte fino al 28%.

Tra il 70,72% di carico tributario ed il 28%, ci sono vari strumenti di pianificazione fiscale che puoi utilizzare grazie alla tua S.r.l. per tagliare il più possibile le imposte ed i contributi Inps.

Più strumenti di risparmio fiscale specifici per la S.r.l. applichi e più riuscirai a ridurre le imposte ed i contributi avvicinandoti al 28%.

Strumenti di risparmio fiscale specifici per la S.r.l. che troverai scaricando il manuale che riceverai compilando il form qui in basso.

Tutte le volte che decidi di utilizzare una S.r.l. per la tua attività imprenditoriale, ricordati che puoi accedere al servizio della Contabilità Controllata.

Seguendo la procedura della Contabilità Controllata, puoi rendere la tua S.r.l. una macchina che ti genera costantemente, ogni anno, più soldi di quelli che spendi.

Ogni 12 mesi avrai una S.r.l. con più utili rispetto a prima, con più soldi in banca rispetto a prima e la possibilità di tagliare il carico fiscale della società dal 70,72% al 28%.

Tutto questo grazie all’applicazione dei principi di Efficacia Fiscale e al controllo mensile dei numeri del bilancio della S.r.l. utilizzando la procedura della Contabilità Controllata.

In questo modo crei sempre più ricchezza per te e ottieni tutto il successo che ti meriti insieme alle persone a te care.

Se non puoi applicare la procedura della Contabilità Controllata sulla tua S.r.l. con il tuo commercialista, non preoccuparti.

In alternativa puoi inviare una e-mail direttamente a me all’indirizzo info@efficaciafiscale.com, con oggetto “Contabilità Controllata” e richiedere maggiori informazioni, specificando nella e-mail di quali informazioni hai bisogno, ma sapendo che non ti faremo mai dei “preventivi per la tenuta della contabilità”.

Perché se vuoi collaborare con me (portando la contabilità della tua S.r.l. da me o per aprire una nuova S.r.l.) dovrai prima acquistare la consulenza di Efficacia Fiscale – http://bit.ly/2NceH5z -.

Solo dopo aver fatto la consulenza con me riceverai il prezzo per il servizio della Contabilità Controllata se reputiamo – io e te – che collaborare insieme sia utile per entrambi.

Invece, per ottenere gratuitamente altri strumenti di Efficacia Fiscale che ti consentono di diminuire le imposte della tua S.r.l., è sufficiente che compili il form qui sotto, inserendo la tua migliore e-mail.

Riceverai gratuitamente un manuale che comprende una check list dettagliata dei principali strumenti per ridurre il carico fiscale dal 70,72% al 28% utilizzando la tua S.r.l. (sono più di 94).

Vuoi aprire una S.r.l. e vuoi maggiori informazioni?

Se vuoi informazioni fiscali gratuite ma “lente” puoi mettere un commendo in fondo a questo articolo (rispondo a tutti i commenti del blog una volta ogni uno/due settimane).

Se, invece, hai fretta di ottenere migliori informazioni fiscali per la S.r.l. in minor tempo (risparmiando tempo e quindi denaro), allora segui in successione questi due passaggi che ti consentono di interagire ad un livello più alto con me:

1) prima di tutto inserisci la tua migliore e-mail nel form qui sotto. Ciò ti permetterà di ricevere una e-mail con un link che ti consentirà di scaricare gratuitamente il manuale con oltre 94 strumenti di risparmio fiscale che puoi utilizzare con la tua S.r.l. .

Al termine della lettura del manuale che scaricherai, potrai richiedere una consulenza gratuita per comprendere se puoi accedere ad un mese di Contabilità Controllata in omaggio per la tua S.r.l. (o la futura S.r.l.).

2) per secondo acquista il libro “Come ridurre le imposte della S.r.l.” che trovi cliccando su questo link http://bit.ly/2mpvMva. Prendere il libro da questo link ti permetterà di acquistare una consulenza con me ad un prezzo bonus (invece che euro 497 + Iva, pagherai euro 197 + Iva. Che corrisponde ad un risparmio del 60,36%).

Oltretutto, acquistando il libro da questo mio link, riceverai gratuitamente a casa tua (o presso il tuo ufficio) anche la mia personale newsletter trimestrale cartacea, per sempre.

Se non ti è chiaro qualcosa, ricorda che il team di Efficacia Fiscale è a tua disposizione!

Che cosa aspetti a contattarci?

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *